"Fiera delle Idee" sul PO FESR Sicilia 2014-2020

chaired by Roberto Barbera (Università di Catania)
Tuesday, 31 January 2017 from to (Europe/Rome)
at Dipartimento di Fisica e Astronomia dell'Università degli Studi di Catania ( Aula Magna )
Via S. Sofia, 64 Catania
Description

Il Dipartimento delle Attività produttive della Regione Siciliana pubblicherà a breve le misure a sostegno delle aziende siciliane, finanziate dal Fondo Europeo di Sviluppo Regionale (FESR) per il periodo 2014-2020. Una sintesi delle misure di agevolazione è scaricabile da questa pagina.

Le università e gli enti di ricerca regionali sono i partner indicati dalla Regione per supportare le imprese siciliane nella preparazione e nella candidatura di progetti da finanziare, con particolare riferimento a quelli rientranti nella cosiddetta Strategia di Specializzazione Intelligente (in inglese, Smart Specialisation Strategy, S3).

L'Università degli Studi di Catania e l'Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (INFN) hanno una lunga e notoria tradizione di progettazione e gestione di rilevanti iniziative, sia riguardanti la ricerca di base che quella applicata, finanziate attraverso selezioni competitive di livello regionale, nazionale ed europeo.

Al fine di valutare, insieme ad altri organismi di ricerca e ad imprese interessati a farlo, reciproche opportunità e tematiche di collaborazione per la preparazione e candidatura di progetti a valere sui prossimi bandi del Programma Operativo FESR Sicilia 2014-2020, il Dipartimento di Fisica e Astronomia dell'Università di Catania e la Sezione di Catania dell'INFN organizzano un incontro denominato “Fiera delle idee”.

L'incontro si terrà il 31 gennaio 2017, con inizio alle ore 10:30, nell'Aula Magna del Dipartimento di Fisica e Astronomia dell’Università degli Studi di Catania, Edificio 6 della “Cittadella Universitaria” sito in Via S. Sofia, 64. Le indicazioni su come raggiungere il Dipartimento sono riportate su questa pagina web e all'ingresso dell’edificio sarà predisposta un'opportuna segnaletica per indirizzare i partecipanti verso l’Aula Magna.

Obiettivi e destinatari dell’evento

Un “mercato” è costituito dall’insieme degli scambi ed in esso s’incontrano la “domanda” e l’”offerta” di ”merci” (beni e/o servizi). I tre elementi caratterizzanti di un “mercato” sono: (i) gli acquirenti e gli offerenti, (ii) le merci e (iii) il loro prezzo. Una “fiera”, invece, è una manifestazione in cui si espongono al pubblico dei prodotti, al fine di pubblicizzarli per poterli poi vendere in un “mercato”.

La “Fiera delle Idee” mutua i semplici concetti di economia sopra esposti ed intende applicarli alla promozione del cosiddetto Triangolo della Conoscenza, i cui vertici sono Istruzione, Ricerca e Innovazione. L’evento vuole essere un’occasione d’incontro fattivo e propositivo tra “domanda” e "offerta” di idee progettuali che possano concretizzarsi nell’ambito dei prossimi bandi del Programma Operativo FESR Sicilia 2014-2020.

L’invito a partecipare è rivolto quindi ai rappresentanti delle Istituzioni, delle Università e degli di Enti di Ricerca presenti sul territorio siciliano, delle Imprese (Piccole, Medie e Grandi), di spin-off e start-up innovative, di Living Lab e Innovation Hub, della Pubblica Amministrazione e della Società Civile in generale.

“Presentazioni lampo”

Oltre agli interventi generali e tematici, ampio spazio sarà dedicato nel programma alle cosiddette “presentazioni lampo” (in inglese, “lightning talk”). Queste dovranno essere relative o ad una “domanda” o ad un’”offerta” e dovranno contenere non più di 6 “slide”, inclusa quella iniziale recante il titolo ed il nome e l’affiliazione del presentatore. Non saranno ammesse presentazioni “a braccio”. Ogni “presentazione lampo” avrà a disposizione un tempo pari a 5 minuti più altri 5 minuti per eventuali domande da parte dei partecipanti.

Coloro i quali volessero contribuire al programma con delle “presentazioni lampo”, sono invitati ad indicarlo esplicitamente nel formulario web per la registrazione.  La presentazione dovrà essere obbligatoriamente predisposta o in formato Microsoft PowerPoint (edizione 2013 o 2016) o in formato PDF. Al fine di evitare problemi di compatibilità, che potrebbero incidere negativamente sulla tempistica del programma dell’evento, sono esclusi altri formati quali Apple Keynote, Open Office, Libre Office, ecc.

Partecipazione e registrazione

La partecipazione all’evento è completamente gratuita ma, per ragioni logistiche (sarà offerto un pranzo di lavoro a tutti i partecipanti), è obbligatoria la registrazione che può essere effettuata semplicemente compilando questo formulario web

Contatti

La persona di riferimento e di contatto per la "Fiera delle Idee" è il Prof. Roberto Barbera, Dipartimento di Fisica e Astronomia e INFN, email: roberto.barbera@ct.infn.it.

Material:
Foto unknown type filedown arrow Locandina pdf file
Support Email: roberto.barbera@ct.infn.it
Go to day
  • Tuesday, 31 January 2017
    • 10:30 - 10:45 Messaggi di saluto e di benvenuto
      Interveranno:
      - On. C. Raia (Deputato Assemblea Regionale Siciliana, Presidente della Commissione ARS Attività Unione Europea)
      - Prof. A. Insolia (Direttore della Sezione di Catania dell'INFN)
      - Prof. V. Pirronello (Direttore del Dipartimento di Fisica e Astronomia dell'Università di Catania) 
      Convener: Prof. Valerio Pirronello (Direttore del Dipartimento di Fisica e Astronomia dell'Università di Catania)
    • 10:45 - 12:30 Presentazioni istituzionali e introduttive
      Convener: Prof. Anna Gueli (Dipartimento di Fisica e Astronomia dell'Università di Catania e INFN)
      • 10:45 PO FESR 2014-2020 - OT1: Ricerca, Sviluppo Tecnologico e Innovazione 25'
        Speaker: Dr. Dario Tornabene (Responsabile del Servizio “3.S: Interventi per l'innovazione tecnologica e la ricerca” dell'Assessorato alle Attività produttive della Regione Siciliana)
        Material: Presentazione pdf file
      • 11:10 Sezione INFN di Catania vs PO-FESR 2014-2020 Regione Sicilia 10'
        La Sezione INFN di Catania e, come sarà evidente, la "Fisica di Catania" (DFA, CNR, CSFNSM,  INFN: LNS e Sezione, INAF) è impegnata a coniugare ricerca fondamentale e applicazioni della Fisica da molti anni. Senza un impegno costante e severo nella ricerca fondamentale non si creano le condizioni per lo sviluppo di applicazioni di alcun tipo. 
        Mentre sarebbe impossibile passare in rassegna dettagliata tutte le attività presenti in Sezione mi limiterò a quelle che maggiormente hanno prodotto o possono potenzialmente produrre un indotto nel settore del Trasferimento Tecnologico, rilevante ai fini della ottimizzazione della partecipazione e del successo ai prossimi bandi PO FESR Sicilia 2014-2020. 
        In tale prospettiva i settori maggiormente coinvolti sono quello della Fisica Nucleare in generale,  Fisica Astroparticellare, Fisica dei Beni Culturali, Ambiente e  Fisica Medica,
        Speaker: Prof. Antonio Insolia (Dipartimento di Fisica e Astronomia dell'Università di Catania e INFN Sezione di Catania)
        Material: Presentazione powerpoint file
      • 11:20 Presentazione istituzionale dei Laboratori Nazionali del Sud dell'INFN (titolo provvisorio) 10'
        I Laboratori Nazionali del Sud costituiscono una solida realtà di ricerca, ben affermata nel panorama scientifico internazionale. Le attività dei LNS sono principalmente rivolte alla ricerca di base nel settore della Fisica Nucleare, dell’Astrofisica Nucleare e Particellare, ma anche verso la ricerca applicata, quali la Fisica degli acceleratori, la Fisica dei plasmi, la Fisica nucleare applicata alla medicina, alla biologia e ai beni culturali, il monitoraggio ambientale e di scorie radioattive, l’irraggiamento di componentistica per l’industria aerospaziale.
        Ai LNS due acceleratori di particelle, un Ciclotrone Superconduttore ed un Tandem, forniscono fasci di ioni dall’idrogeno al piombo con energie sino a diverse decine di MeV per nucleone. Con il metodo di frammentazione in volo è anche possibile produrre fasci di ioni radioattivi. Le proprietà della materia nucleare vengono studiate utilizzando grandi apparati di rivelazione (CHIMERA, MAGNEX, MEDEA) e apparati dedicati che possono essere installati in una delle sale sperimentali disponibili. Ricerche nel campo della Fisica Teorica vengono altresì effettuate negli stessi ambiti tematici.
        Per l’Astrofisica Particellare è in costruzione una grande infrastruttura di ricerca sottomarina (KM3NeT) per la rivelazione di neutrini presso una sede dei LNS situata a Portopalo di Capo Passero, utilizzata anche per attività di ricerca multidisciplinari (Geofisica, Vulcanologia, Biologia marina, ecc). 
        Ai LNS sono inoltre operativi una sala di irraggiamento per la proton-terapia (CATANA), un laboratorio per i beni culturali (LANDIS), un laboratorio per la radioattività ambientale e altri laboratori per attività multidisciplinari (fotonica, biologia, chimica, ecc.).
        Speaker: Dr. Giorgio Riccobene (INFN LNS)
        Material: Presentazione powerpoint file
      • 11:30 INAF: La frontiera della ricerca Astrofisica e tecnologica sul territorio Siciliano 10'
        INAF ha quattro sedi distribuite in territorio Siciliano: Osservatorio Astrofisico di Catania, Istituto di Radioastronomia -Noto, Osservatorio Astrofisico di Palermo, IASF Palermo. Tutte le sedi in questione si occupano di ricerche Astrofisiche in tantissimi campi  di rilevanza internazionale. La presentazione descrive brevemente alcune dei progetti di punta ed i risultati raggiunti grazie alle eccellenze dell'INAF, nonchè alcuni dei progetti futuri che, grazie ai finanziamenti proposti nei prossimi bandi PO FESR Sicilia 2014-2020,  possono aprire interessanti fronti di ricerca e collaborazioni internazionali a cura delle sedi interessate, creare knowhow ed occasioni di Trasferimento Tecnologico a vantaggio delle PMI siciliane.
        La presentazione brevemente sottolinea alcune idee specifiche che potranno essere rilevanti nei bandi in questione e relativi ad alcuni assi di riferimento.
        - Monitoraggio Ambientale. INAF Catania ha una collaborazione attiva con partner Italiani ed Europei (con progetti valutati positivamente) per lo studio delle fratture vulcaniche. Con coinvolgimento  delle scienze Geologiche e Oceanografiche, i dati raccolti da droni aerei e veicoli sottomarini senza equipaggio, ci permettono di studiare processi fondamentali altrimenti non osservabili direttamente connesi ad eruzioni vulcaniche, depositi di frane subacque, ambienti sottomarini,  e in un modo che non è mai stato possibile finora grazie all'uso di strumenti di analisi dati, data mining e visualizzazione multi-dimensionale.
        Partner coinvolti e/o coinvolgibili: Università (UniMIB), INGV, INAF, Protezione Civile, Altec. Collaborazioni internazionali: Grecia.
        - Radiografia e tomografia non invasiva di strutture tettoniche e geologiche di grandi dimensioniCon un recente brevetto, l’Istituto Nazionale di Astrofisica ha dimostrato che le tecnologie sviluppate in Italia nell’ambito di una delle più prestigiose Infrastrutture dell’astronomia moderna raccomandate dall’ESFRI,il Cherenkov Telescope Array (CTA), si prestano alla realizzazione di particolari foto-camere capaci di effettuaredelle vere e proprie radiografie e/o tomografie di strutture geologiche e tettoniche complesse di grandi dimensioni.
        Per esempio nel caso dei vulcani si possono ottenere informazioni con un dettaglio senza precedenti delle caratteristichegeometriche dei condotti  e delle zone di   accumulo superficiali, migliorando le previsioni sullo  stato di attività delvulcano e mitigando di conseguenza il rischio legato al verificarsi di eventi parossistici.
        -Phased Array Feed - Un phased array è un ricevitore radio costituito da una matrice di antenne interconnesse (da qualche unità a qualche centinaio di elementi) capace di sintetizzare fasci di radiazione multipli direttivi e indipendenti la cui forma e direzione è controllabile elettronicamente, senza dover muovere (puntare) meccanicamente l’array. Negli ultimi anni i phased array stanno trovando ampio campo per un impiego nel settore radio astronomico e vengono utilizzati sia in modo “aperture array” (per frequenze inferiori a circa 500 MHz) sia in modo PAF “phased array feed”,tanto che le maggiori istituzioni radioastronomiche a livello internazionale stanno attualmente impegnando una ingente parte delle loro risorse a programmi di sviluppo di PAF destinati all’installazione nel piano focale dei più grandi radiotelescopi del mondo. (Australia, Olanda, USA, Cina , Cina,Germania,Regno Unito). Il progetto SKA (Square Kilometer Array), il più grande osservatorio radioastronomico al mondo attualmente in fase di pre-costruzione, include un programma di sviluppo di strumentazione avanzata sui phased array feed da parte di un consorzio internazionale che comprende  anche INAF, ed OACT in particolare in diversi WP di progettazione , tra i quali quello relativo allo sviluppo di una arrray interferometrico basato su tecnologia PAF, per cui INAF e OACT detengono importanti expertize relativi alla realizzazione dell'elettronica on-board e della gestione e post-processing dei dati (HPC and Big Data). 
        Importanti ricadute sul territorio riguardano la possibile installazione di PAF sulla struttura INAF del Radiotelescopio di Noto, il che consente di avviare importanti  programmi di ricerca in ambito astronomico, aumentare le expertize industriale  nel territorio siciliano, ed applicare questo tipo di tecnologia ad ambiti civili (protezione ambientale) e di servizio  per applicazioni spaziali) completamente nuovi per il notro territorio.
        Speaker: Dr. Grazia Umana (INAF OACT)
        Material: Presentazione powerpoint file
      • 11:40 Presentazione istituzionale dell'Istituto per la Microelettronica e i Microsistemi del CNR - Sede di Catania (Università) 10'
        La presentazione verte su competenze scientifiche, risorse strumentali e capacità progettuali della Sede CNR che opera presso il Dipartimento di Fisica dell’Università di Catania. Questa è una delle 7 Sedi che formano l’Istituto per la Microelettronica e i Microsistemi (IMM), fondato nel 2000 dalla fusione di diversi Istituti CNR. La missione originaria di IMM era quella di creare un centro di eccellenza nel campo della microelettronica e sensoristica. Nel corso della vita dell’Istituto il raggio di azione si è esteso alla fotonica, alle tecnologie quantistiche, alla nano fabbricazione, al fotovoltaico e alle nanotecnologie per l’ambiente, puntando sempre a un efficace trasferimento tecnologico dei risultati delle ricerche con conseguenti ricadute economiche e occupazionali. La collaborazione con le imprese costituisce una prerogativa delle attività IMM, che mirano a un’integrazione strategica con il mondo industriale per supportare la ricerca e garantire un solido rapporto con il territorio. La presenza di IMM all’interno di un Dipartimento universitario offre ulteriori possibilità agli studenti di operare in laboratori di ricerca all’avanguardia, a stretto contatto con ricercatori impegnati in progetti di ricerca internazionali. La presentazione si snoda attraverso i dati di produttività dell’Istituto, i suoi più recenti impegni progettuali e le sue  collaborazioni strategiche.
        Speaker: Dr. Vittorio Privitera (CNR IMM)
        Material: Presentazione powerpoint file
      • 11:50 Presentazione istituzionale del Centro Siciliano di Fisica Nucleare e Struttura della Materia 10'
        Il CSFNSM è una fondazione scientifica, regolarmente iscritta all’anagrafe nazionale della ricerca, che persegue, per statuto, le seguenti finalità:
        - sviluppare le ricerche in fisica nucleare e della materia e in tutti gli altri rami della fisica, anche applicata e a carattere interdisciplinare;
        - favorire lo sviluppo di tutte le discipline che si basino sul metodo scientifico;
        - favorire la diffusione della cultura tecnico-scientifica;
        - formare tecnici specializzati per le applicazioni Mediche, Civili ed Industriali della Fisica.
        La fondazione del CSFNSM si inquadra nel modello di sviluppo tecnologico che ha visto nascere e crescere attorno all’università una rete di enti di ricerca con intense relazioni con gli enti locali e le industrie operanti sul territorio. In questo modello di sviluppo un ruolo di primaria importanza è stato giocato dal CSFNSM nei suoi oltre sessant’anni di vita, contribuendo alla formazione di giovani ricercatori e favorendo l’insediamento in Sicilia di grandi infrastrutture di ricerca.
        Di recente il CSFNSM, ha preso parte a bandi regionali e nazionali e, negli ultimi anni, si è significativamente dedicato alla realizzazione di eventi di diffusione e promozione della cultura scientifica e tecnologica che hanno avuto una grande risposta sul territorio.
        Nel corso di questa breve presentazione istituzionale saranno evidenziati i principali contributi dati dal CSFNSM e le potenzialità di operare come partner in progetti del PO-FESR 2014-2020.
        Speaker: Prof. Alessia Tricomi (Dipartimento di Fisica e Astronomia dell'Università di Catania e CSFNSM)
        Material: Presentazione pdf file
      • 12:00 Il Dipartimento di Fisica e Astronomia dell'Università di Catania – Tra Ricerca, Innovazione e sistema produttivo 10'
        Il DFA, in sinergia con altri Enti di Ricerca nell'Area di Catania, è al centro del sistema della ricerca e della didattica per le discipline fisiche. Ricerche nelle più disparate aree, dalla Fisica delle Interazioni Fondamentali, alla Fisica della Materia, all'Astrofisica, alla Fisica Applicata, insieme ai Corsi di Laurea di primo e secondo livello, e ai tre Dottorati di Ricerca, forniscono un terreno fertile per il supporto a spin-off applicativi nelle tematiche di interesse di “Smart Specialization Strategies”. In questa presentazione si passano in rassegna i possibili contributi del DFA agli assi prioritari di S3, le expertise dei ricercatori e le facility di cui dispongono.    
        Speaker: Prof. Giuseppe Falci (Dipartimento di Fisica e Astronomia dell'Università di Catania)
        Material: Presentazione pdf file
      • 12:10 L'economia dei dati 20'
        La presentazione prende spunto dal cosiddetto "diluvio di dati" per analizzare il concetto di dati aperti (Open Data) e di dati collegati (Linked Data) e per mostrare sotto quali condizioni i dati possono creare valore aggiunto e stimolare l'innovazione.
        Speaker: Prof. Roberto Barbera (Dipartimento di Fisica e Astronomia dell'Università di Catania)
        Material: Presentazione powerpoint file
    • 12:30 - 13:30 "Presentazioni lampo" - prima parte
      Convener: Prof. Antonio Insolia (Direttore della Sezione di Catania dell'INFN e Dipartimento di Fisica e Astronomia dell'Università di Catania)
      • 12:30 L’utilizzo della radiazione cosmica naturale come strumento di indagine e controllo nel trasporto merci tramite container 6'
        Il trasporto delle merci tramite container, ormai utilizzato su grande scala in tutto il mondo, richiede delle tecniche innovative per l’indagine e la sicurezza, specie da quando il potenziale trasporto di materiale radioattivo a scopi illeciti (Uranio, Plutonio) è divenuto uno dei problemi importanti per la gestione della sicurezza. Al momento non esistono tecniche adeguate capaci di esplorare l’interno di un container e rivelare la presenza di tali materiali senza svuotare il container, con tempi molto lunghi. L’utilizzo della radiazione cosmica naturale, costituita al livello del mare soprattutto da muoni energetici, è un potenziale candidato per effettuare radiografie in 3D dell’interno di un container in tempi ragionevoli, senza indurre livelli di radiazione ulteriore. In questa ottica è già stato realizzato uno studio di tale tecnica e costruito, nell’ambito di un Progetto PON in collaborazione tra diversi Partner industriali e del mondo della Ricerca, un prototipo di rivelatore in scala reale (3 x 6 x 7 m3) capace di produrre immagini tomografiche e rivelare la presenza di materiali ad alto numero atomico potenzialmente pericolosi. Nel presentare questa realizzazione, si discuteranno anche le condizioni per cui lo sviluppo di tale prototipo potrebbe portare ad un prodotto industriale competitivo.
        Speaker: Prof. Francesco Riggi (Dipartimento di Fisica e Astronomia dell'Università di Catania)
        Material: Presentazione powerpoint file
      • 12:36 Misura ad alta risoluzione della distribuzione di densità 3D della sommità del vulcano Etna mediante tracciamento di raggi cosmici 6'
        Il progetto ha come obiettivo lo studio e la costruzione di un prototipo di telescopio innovativo per il tracciamento di raggi cosmici progettato appositamente per la realizzazione di una mappa di densità tridimensionale ad alta definizione della parte sommitale del vulcano Etna, mediante l’acquisizione di proiezioni da diverse angolazioni e la successiva elaborazione dell’immagine tomografica. La realizzazione di un telescopio ad alta risoluzione spaziale ed angolare rappresenta un passo in avanti per il consolidamento della tecnica di produzioni di immagini. La simulazione accurata del sistema, insieme all’analisi dei dati esistenti, consentirà la definizione dei parametri di misura e consentirà la progettazione e l’ottimizzazione del telescopio finale. Le informazioni ricavate da una campagna di misure sul vulcano saranno di interesse per la comprensione della struttura interna, in combinazione con informazioni ottenute con strumentazione tradizionale dei geologi ma soprattutto consentiranno la dimostrazione della tecnica, in vista della realizzazione di una rete permanente di monitoraggio per lo studio della sommità del vulcano.
        Speaker: Prof. Domenico Lo Presti (Dipartimento di Fisica e Astronomia dell'Università di Catania)
        Material: Presentazione powerpoint file
      • 12:42 Sistema innovativo per il monitoraggio della stabilità degli edifici mediante il tracciamento di muoni cosmici 6'
        Mantenere l'equilibrio statico di una struttura è la condizione fondamentale che ne garantisce la stabilità. Nel corso del tempo, i cambiamenti che interessano l'interno dell'edificio, o il contesto in cui è inserito, possono alterare questo equilibrio e potrebbero compromettere la stabilità e la sicurezza statica. Come esempio, la riduzione della resistenza dei materiali, che nel tempo possono perdere le loro caratteristiche originali. Interventi di tipo conservativo in aree vicine e terremoti o eventi idrogeologici che coinvolgono frane intorno all'edificio possono produrre un cedimento localizzato delle fondamenta o modificare la struttura della struttura di supporto, provocando una redistribuzione dei carichi. Ignorare la presenza di instabilità in atto è molto rischioso perché può portare a collasso di una parte della struttura. 
        Come capire se la struttura sta subendo un crollo? In aggiunta, come stimare la sua evoluzione?
        Come verificare se un evento eccezionale ha alterato l'equilibrio statico del palazzo?
        Solo attraverso il monitoraggio continuo dell'edificio: confrontando il comportamento nella vita quotidiana, prima e dopo eventi eccezionali o durante l'esecuzione di lavori di ristrutturazione interni ed esterni.
        Nella presente proposta, le tecniche di rivelazione di muoni cosmici sono impiegate per la realizzazione di un sistema di monitoraggio della stabilità nel campo dell'ingegneria civile, in particolare per il monitoraggio statico di edifici storici, dove i vincoli di conservazione sono più gravi e l'evoluzione temporale dei fenomeni di deformazione in fase di studio possono essere dell'ordine di mesi o anni.
        Speaker: Prof. Domenico Lo Presti (Dipartimento di Fisica e Astronomia dell'Università di Catania)
        Material: Presentazione link
      • 12:48 Swing:It - Soluzioni innovative a problematiche nuove in Sicilia 6'
        Swing:It è una PMI ICT nata nel 2010 e specializzata nel supporto e nell’innovazione tecnologiche di alto livello. Supporta i più avanzati progetti R&D con attività innovative o a alto contenuto tecnologico. L’azienda opera nei seguenti settori:
        - Realtà Virtuale 3D Immersiva (VR) e Realtà Aumentata (AR)
        - e-Health
        - Automazione Industriale e dei Trasporti
        - Missioni Spaziali, Osservazione/Scienze della Terra
        - ICT, Cloud Computing, Web, Mobile
        - Musei Virtuali, Beni Culturali
        Inoltre, un team dedicato offre:
        · Progettazione su fondi nazionali e H2020
        · Project Management Tecnico e Amministrativo
        · Rendicontazione
        · Disseminazione, Comunicazione, Training
        Propone le seguenti collaborazioni:
        1. Progetto Betellgeuse (Ambito 1 Scienze della Vita, Ricerca di soluzioni terapeutiche alle principali patologie e disabilità dei nostri tempi)
        2. Progetto Rigel (Ambito RIS3 Sicilia 5, Economia del Mare) 
        3. Progetto “.. stabilità degli edifici mediante il tracciamento di muoni cosmici” (Asse Prior. 5, Cambiamento Climatico, Prevenzione e Gestione dei Rischi) 
        4. Progetto “.. densità 3D .. Etna sommitale mediante tracciamento di raggi cosmici” (v. 3)
        5. Progetto ε Orionis (Beni Culturali, VR e AR)
        Swing:It è:
        · coordinatore di una ATS (5 partner, UniCT e IRCCS OASI) per un Progetto PO FESR ICT e Salute
        · fornitore di soluzioni ICT per riabilitazione e valutazione cognitiva dei progetti SmartCOG,
        CONNAGE e del PON R&C SmartHealth 2.0
        · 3 volte subcontractor di FP7 EarthServer
        · solution provider per i progetti H2020 EMSODEV e INDIGO DataCloud, e per DemoGRAPE
        Speaker: Dr. Marco Pappalardo (Software Engineering Italia s.r.l.)
        Material: Presentazione pdf file
      • 12:54 Applied Neuroscience, Biofeedback and Biomedicine 6'
        Tullio Scrimali developed a new and original device, named MindLAB Set, which appears to be very useful, in the field of Psychiatry, for assessment, clinical monitoring and therapy of patients. Thanks to the collaboration with Dr. Wioleta Sobocinska (who actually is the owner), a new Company has been set up, in order to produce and disseminating this new tool. This company is Psychotech (www.psychotech.it).
        Tullio Scrimali, during last ten years, presented MindLAB Set in many Countries of four Continents. Nowadays it is necessary to develop the project for emerging in the market of biomedicine, all around the World.
        Psychotech should need some financial support for passing the clearance of the Drug and Food Administration in USA and of some analogue Authority in many other Countries (for example, Japan and China).
        The Company also needs some more economical support for participating in some international conferences and in order to advertise their products.
        Furthermore, Psychotech is searching for some technical collaborations, in order to develop some new devices who have been already designed by Tullio Scrimali but which should be implemented.
        Therefore, Psychotech furthermore needs to create a new partnership with some specialists (engineers) in electronic hardware design and in informatics. For this purpose some additional budget is necessary.
        The topic seems to be the 1.1.2 – Sostegno per l’acquisto di servizi per l’innovazione tecnologica, strategica, organizzativa e commerciale delle imprese.
        
        References:
        1) Scrimali T. (2012). Neuroscience-Based Cognitive Therapy. New Methods for Assessment, Treatment and Self-Regulation. Wiley-Blackwell, Oxford.
        2) Scrimali T., Tomasello D., Sciuto M. (2015). Integrating electrodermal biofeedback into pharmacologic treatment of grand mal seizures. Front Hum Neuroscience, 9: 252. Published online 2015 May 11. doi: 10.3389/fnhum.2015.00252, PMCID: PMC4426731.
        Speaker: Prof. Tullio Scrimali (Università di Catania e Psychotech Tools for Mind)
        Material: Presentazione pdf file
      • 13:00 Computational modeling in systems biomedicine group 6'
        Il Gruppo di Ricerca “Computational Modeling in Systems Biomedicine” del Prof. Pappalardo dell’Università degli Studi di Catania, ha tra i suoi obbiettivi di ricerca la biomedicina computazionale. Questa disciplina emergente permette lo sviluppo di approcci quantitativi per la comprensione dei meccanismi, della diagnosi e dei trattamenti di patologie umane, attraverso l’applicazione di tecniche matematiche, ingegneristiche ed informatiche. Il gruppo offre la possibilità di applicare simili approcci per migliorare l’immunoprevenzione e l’immunoterapia nel cancro, nelle immunodeficienze e nelle malattie autoimmuni; analizzare l’effetto di vaccini o di farmaci antivirali, sia come molecole singole che come combinazione di molecole; suggerire nuovi protocolli nei trattamenti di vaccinazione; analizzare pathway biologici per suggerire nuovi target molecolari nel campo della medicina di precisione; aiutare nella progettazione di nuovi farmaci che minimizzino gli effetti collaterali e massimizzino la risposta terapeutica; ottimizzare le politiche decisionali in clinica attraverso analisi quantitative dei processi e delle tecniche impiegate. Nella presentazione sarà mostrato in cosa consiste il ciclo modellistico e quali sono le fasi che conducono alla modellizzazione di un sistema biomedico; in conclusione verranno annoverate le collaborazioni che il gruppo ha stretto strette con diverse industrie farmaceutiche leader nel mondo e con autorevoli gruppi scientifici in campo accademico.
        Speaker: Dr. Giulia Russo (Dipartimento di Science Biomediche e Biotecnologiche dell'Università di Catania)
        Material: Presentazione pdf file
      • 13:06 Ricerca e caratterizzazione di molecole bioattive da matrici marine 6'
        Scopo della ricerca è condurre uno screening di organismi o microorganismi marini al fine di valutarne l'utilizzo come fonte di molecole bioattive (enzimi, antibiotici, emolisine, biosurfattanti, sostanze polimeriche extracellulari) per potenziali applicazioni biotecnologiche. Si propone di esplorare il potenziale di estratti di tessuti ed organi di organismi marini o dei batteri associati, fornendo un contributo in Ambito tematico Scienze della vita per l'Asse 1- Ricerca, sviluppo tecnologico ed innovazione, OT1 • Ricerca e innovazione della Strategia S3 Sicilia Azione 1.2.3 Supporto alla realizzazione di progetti complessi di attività R&S e all’applicazione di soluzioni tecnologiche funzionali alla realizzazione della Strategia (FESR Sicilia 2014-2020).  
        Il bioprospecting (ricerca di principi attivi naturali) rappresenta una sfida nel settore biotecnologico, mediante caratterizzazione microbiologica e biochimica di tessuti e secrezioni mucose di  invertebrati (ad esempio Poriferi, Policheti, Echinodermi) e Teleostei marini, e di batteri associati, per individuare nuove molecole bioattive. Gruppi di ricerca con esperienza ventennale in biologia ed ecologia marina (CNR-IAMC Messina, UNIME: Dip. Scienze Biomediche e Dip. Scienze Chimiche, Biologiche, Farmaceutiche ed Ambientali) offrono competenze di microbiologia e biochimica marina per creare una sinergia tra laboratori siciliani ed il sistema produttivo regionale attivo nel settore  chimico-farmaceutico. 
        Speaker: Dr. Gabriella Caruso (CNR IAMC Messina)
        Material: Presentazione powerpoint file
      • 13:12 Formazione scientifica: with, besides and beyond academy 6'
        Microb&co è una associazione scientifica di ecologi microbi, esperti nello studio delle interazioni tra i microorganismi e le componenti biotiche e abiotiche di ecosistemi naturali, clinici e artificiali. Fondata da 8 ricercatori italiani nel 2012, nel 2016 ha raggiungo i 3200 contatti nel mondo. Opera nel campo della formazione tecnico scientifica e di competenze trasversali. POFESR-ASSE 1- Ricerca, sviluppo tecnologico; Asse10- Istruzione e formazione; ASSE 9 Inclusione sociale. Programmi: ITN- Innovative Training Networks (ITN). Iniziative: Citizen Scientist.
        Istruzione, educazione e formazione sono garantite dalle università e dagli enti di ricerca con crescente necessità di collaborazione con partner esterni. È importante focalizzare l’attenzione sulla innovazione della dimensione tecnologica, sforzandosi di renderla applicativa; ma è ancora più importante preparare le persone, creare un sistema di relazioni, rafforzare il contesto educativo e culturale. Con la testa fra le nuvole e i piedi per terra, le attività di Microb&co stimolano e rivitalizziamo il capitale umano a disposizione e lo preparano a fare scienza nell’ambito delle scienze della vita in un modo partecipativo, votato alla pratica, alla condivisione di esperienze, allo scambio e al trasferimento della conoscenza. L’obiettivo è formare scienziati esperti, con competenze anche imprenditoriali, connessi ai problemi globali e con migliori caratteristiche di occupabilità.
        Speaker: Dr. Manuela Cosi (Microb&Co.)
        Material: Presentazione pdf file
      • 13:18 Quando l’impresa incontra la ricerca: “Non si può non comunicare” 6'
        PI4 srls è una agenzia di comunicazione scientifica e tecnologica, tra le più complete come offerta di servizi in Sicilia per expertise nel settore. Nasce con un team di competenze dedicato alla comunicazione sia per il settore pubblico che privato e supporta pubbliche amministrazioni e imprese in progetti di alto profilo in strategia, creatività e qualità esecutiva. Traduce gli obbiettivi specifici del cliente sia esso inteso come Progetto o Azienda fornendo il modo di comunicare, lo stile, gli strumenti e le azioni specifiche per ogni caso. Una efficace strategia su come comunicare l’idea di business, i contenuti tech e il valore di un prodotto o di un’idea deve accompagnare ogni fase di vita di un progetto e/o impresa creando valore e accelerandone l’innovazione. Interpretando la volontà di porre al centro dell’attenzione la strategia di comunicazione per i progetti del settennio 2014-2020, cogliamo questa opportunità per lavorare su un tipo di comunicazione che possa avvalersi di una strategia come strumento di partecipazione attiva e trasversale tra Enti, amministrazioni, impresa e cittadini.  Dunque comunicazione come necessità di promuovere, pubblicizzare e divulgare ma anche e soprattutto comunicazione nel processo inverso: bisogno di conoscenza, di informazione, di partecipazione. Creare un interesse pubblico, informare e rendere attivo e trasparente il dialogo tra ricerca scientifica e tecnologica e cittadino. 
        PI4 Progetti e Innovazione è anche Editore di JustTiVu, una tv digitale (www.justtivu.tv).
        PI4 progetti e innovazione, mette a disposizione le proprie competenze proponendosi come valido partner della comunicazione.
        I nostri “core business” sono:
        • Ideazione immagine coordinata di progetto;
        • Strategie e piani di comunicazione integrata;
        • Assistenza tecnica per lo sviluppo di materiali stampati e multimediali;
        • Campagne di informazione e sensibilizzazione, diffusione newsletter;
        • Ufficio stampa e media relation;
        • Mobile marketing;
        • Eventi, convegni, workshop, seminari;
        • Progetti editoriali, e-book;
        • Produzione di contenuti multimediali (video istituzionali, video-documentari, grafiche 3D animate, trasmissioni in streaming,  servizi video giornalistici);
        • Strumenti digitali, sviluppo App e siti web;
        • Monitoraggio di risultati e impatto.
        Speaker: Dr. Patrizia Strino (PI4 s.r.l.s.)
        Material: Presentazione powerpoint file
      • 13:24 Scientific research of LIAA for the life quality improvement 6'
        In the activity of Environmental and Food Hygiene Laboratory (LIAA) are involved professionals  with different  background such as doctors, chemists, biologists, pharmacists, technicians of prevention, laboratory specialists, that permit to achieve the most important objective as possible for Hygienists: the life quality improvement. LIAA activity ranges on several industrial services as accredited environmental and food analysis (ACCREDIA No. 830, 150 parameters), technical and scientific advice, process innovations, training of personnel on various topics, PhD courses and Master. Above on line with the axis 1.1. e 1.4 of PO.FESR 2014-2020. We have projected four ideas for industrial research,“SCIroCCO“,“reVENANT ", “MArINA“ and “PROCESS” in accordance with the objectives and the main priorities 3, 4, 5, 6 of  PO.FESR Sicilia and with the different topics of Horizon 2020. Some project are well structured and ready to submission, others require  partners as Regional Department of Fisheries and Agriculture for cooperation, National and International Academies  and/or Industries interested to patents of Molecular tests. 
        This presentation hoping for a success of our projects to the welfare of the community.
        Speaker: Prof. Margherita Ferrante (Direttrice del Laboratorio di Igiene Ambientale e degli Alimenti (LIAA, Dipartimento "G.F. Ingrassia" dell'Università di Catania))
        Material: Presentazione pdf file
    • 13:30 - 14:15 Pausa pranzo
    • 14:15 - 16:45 "Presentazioni lampo" - seconda parte
      Convener: Prof. Roberto Barbera (Dipartimento di Fisica e Astronomia dell'Università di Catania e INFN)
      • 14:15 I Frumenti Siciliani 6'
        La Stazione Sperimentale di Granicoltura per la Sicilia viene istituita con R.D. n. 2034 del 12/08/1927 quale consorzio tra lo Stato, il Banco di Sicilia, le Provincie e le Camere di Commercio Siciliane, il Comune di Caltagirone e l’Istituto Agrario Siciliano Valdisavoia. L'ente, attualmente, diretto dal Prof. Gianfranco Venora, svolge compiti complessi e ben definiti, con personale tecnico e scientifico qualificato, con campi sperimentali e laboratori attrezzati con apparecchiature d'avanguardia, lavora, per l'incremento dell'agricoltura e al servizio degli agricoltori.  La Stazione Consorziale ha lo scopo di affrontare i problemi della tecnica agraria in clima caldo arido, per migliorare la produzione cerealicola. Tali compiti vengono espletati tramite la sperimentazione e la ricerca di base ed applicata, affrontando le tematiche connesse alla interdisciplinarietà delle materie trattate. L’Ente promuove ogni attività connessa con l'incentivazione della produzione agricola. Al mantenimento dell'Ente provvede la Regione Sicilia e gli Enti consorziati. La stazione si è distinta, a livello nazionale ed internazionale, per i risultati raggiunti. Fra le attività annoveriamo: Miglioramento genetico di cereali e leguminose e mantenimento di germoplasma siciliano. Studio di tecniche agronomiche adatte a sistemi agricoli sostenibili ed eco-compatibili. Sviluppo di metodi di ricerca più efficaci per una migliore conoscenza e caratterizzazione degli organismi vegetali in studio.
        Speaker: Prof. Gianfranco Venora (Direttore della Stazione Sperimentale di Granicoltura per la Sicilia)
        Material: Presentazione pdf file
      • 14:21 I Grani nel Cerchio 6'
        Associazione AMBIENTE NOSTRUM 
        Associazione No Profit 
        Sede: Pedara (CT)
        Mission:
        - Ambiente – Agricoltura – Alimentazione 
        - Sociale 
        - Valorizzazione del patrimonio storico artistico e naturale 
        - Nuove Tecnologie
        
        Progetto: I GRANI NEL CERCHIO
        
        Realizzazione di un DataBase sui Grani Antichi Siciliani.  Il DataBase servirà, fra le altre cose, a creare un collegamento fra produttori, utilizzatori e consumatori.
        Il DataBase sarà propedeutico alla realizzazione di piattaforme multilivello con le seguenti funzioni:
        -	Condivisione delle informazioni fra produttori ed istituzioni;
        -	Creazione di una rete di produttori;
        -	Condivisione di esperienze e beni;
        -	Creazione di una rete di consumatori;
        Realizzazione di una piattaforma di e-learning per l’approccio didattico alle problematiche connesse alla coltivazione ad all’utilizzo di questi “innovativi” antichi prodotti della nostra terra.
        Speaker: Dr. Santo Reito (INFN Catania e Associazione Ambiente Nostrum)
        Material: Presentazione pdf file
      • 14:27 eLocator 6'
        Fare Nostrum è una giovane associazione di professionisti, fondata nel 2013, con sede a Pedara (Catania), nell’Etna Valley, e si propone di ideare prodotti tecnologici ed innovativi che migliorano il modo di vivere, lavorare e… giocare. Si specializza nella realizzazione di prodotti e servizi che aiutano le persone a connettersi tra loro, e sviluppano sistemi all’avanguardia per il miglioramento della razionalizzazione informatica, mirata all’efficienza ed a una migliore gestione delle risorse.
        
        eLocator: un’idea... tante soluzioni!
        
        Chiunque sia andato in un parco giochi ha potuto notare che: È impossibile conoscere la posizione dei clienti all'interno della struttura, con la spiacevole conseguenza di potenziali smarrimenti di figli o amici. È impossibile (o comunque difficoltoso) conoscere la posizione del personale di servizio all'interno della struttura. Esiste la difficoltà (gestione delle code e dei pagamenti) a gestire eventuali servizi aggiuntivi a pagamento extra. Ci sono lunghi tempi per la ricerca e la gestione delle foto dei clienti. È impossibile fare un Check-in e Check-out affidabile dei clienti. Scomodità nell’uso degli attuali sistemi di pagamento e identificazione del cliente (card, badge).
        La soluzione: un sistema integrato di identificazione delle persone attraverso un braccialetto da indossare durante la permanenza nella struttura.
        Con la stessa tecnologia si studia il comportamento dei clienti all’interno dei supermercati mappando la posizione dei carrelli.
        Speaker: Dr. Davide Russo (Presidente dell'Associazione Fare Nostrum)
        Material: Presentazione pdf file
      • 14:33 Il CPIA Catania Uno 6'
        Il CPIA Catania Uno è un’Istituzione del Ministero dell’Istruzione istituita con DPR 263 del 29/10/2012 che realizza un’offerta formativa per adulti e giovani adulti che non sono in possesso di titolo di studio conclusivo del primo ciclo di istruzione o che non hanno assolto l’obbligo di istruzione.
        E’ una struttura di nuovissima istituzione chiamata ad operare su una parte del territorio Catanese e del Calatino, autonoma dal punto di vista amministrativo ma frazionata dal punto di vista della dislocazione fisica soprattutto per necessità collegate alla sua naturale ramificazione nel territorio. Comprende otto punti di erogazione, molteplici ulteriori plessi per le attività didattiche e sedi inserite nelle strutture carcerarie di Catania e Caltagirone. Tali sedi coincidono con quelle degli Istituti Scolastici (e delle sedi carcerarie) in cui sino al primo settembre del 2015 operavano gli ex Centri Territoriali Permanenti.
        La sua sede amministrativa si trova a Catania in Via Velletri 28 e comprende l’intera area urbana catanese, oltre a 6 comuni della provincia di Catania: Caltagirone, San Michele Di Ganzaria , Mineo, Palagonia, Ramacca, Scordia.
        E’ articolata in una Rete Territoriale di Servizio che dispone di un proprio organico, di organi collegiali ed è organizzato in modo da stabilire uno stretto contatto con le autonomie locali, con il mondo del lavoro e delle professioni. Il CPIA In relazione alla specificità dell’utenza, eroga percorsi di alfabetizzazione di apprendimento della lingua italiana e percorsi di primo livello.
        Speakers: Prof. Antonietta Panarello (Dirigente CPIA Catania Uno), Dr. Nicoletta Damante (CPIA Catania Uno)
        Material: Presentazione powerpoint file
      • 14:39 Ricerca Scientifica e Innovazione Tecnologica nell'Era della Medicina Personalizzata 6'
        La ricerca scientifica del nuovo millennio impone un nuovo paradigma basato su un approccio di tipo multidisciplinare sia che si perseguano scopi di conoscenza fondamentale sia che si affrontino tematiche più direttamente legate all’innovazione. L'Istituto di Scienze Neurologiche persegue con la propria attività di ricerca gli obiettivi di una ricerca traslazionale mirata a tradurre le scoperte scientifiche in innovazione e interventi per la salute pubblica. Nell’ambito di questa sua funzione, l'ISN ha contribuito alla realizzazione di progetti volti alla prevenzione, alla diagnosi e al trattamento personalizzato nel campo delle malattie neurodegenerative ed oncologiche di maggior impatto. In particolare, l’applicazione di moderne tecniche genomiche ha consentito di tracciare l’identikit di patologie complesse, quali la Sclerosi Laterale Amiotrofica, e di identificare target farmacologici più mirati e selettivi. Nella presente proposta verranno presentate le tematiche di ricerca svolte dall’ISN, le competenze scientifiche e le dotazioni strumentali con lo scopo di: 
        - Promuovere e agevolare il percorso di trasformazione della ricerca in prodotti innovativi; 
        - Sostenere lo sviluppo e l’utilizzo di nuove tecnologie nella pratica clinica;
        - Promuovere il trasferimento del know-how scientifico e tecnico al sistema economico produttivo con vantaggi per la salute della popolazione generale;
        - Offrire una finestra validativa per le imprese impegnate nella realizzazione di tecnologie a servizio della pratica clinica. 
        Speaker: Dr. Maria Guarnaccia (Istituto di Scienze Neurologiche del CNR)
        Material: Presentazione powerpoint file
      • 14:45 Gestione dei Rifiuti nella Valle del Simeto 6'
        Noi intendiamo presentare una richiesta che rivolgiamo a tutto il comparto universitario e  imprenditoriale siciliano.
        Noi siamo alle prese in questo periodo con un paventato rischio di realizzazione di un termovalorizzatore/inceneritore da realizzarsi nel Comune di Motta S.A.  in quanto una società svizzera ha presentato all’amministrazione mottese un progetto per la realizzazione di un Centro Tecnologico Innovativo che prevede appunto la realizzazione di un inceneritore per lo smaltimento dei rifiuti dimensionato per 700.000 t.  Questo ha agitato fortemente gran parte degli abitanti della Valle del Simeto oltre che di Motta S.Anastasia in quanto si è percepita immediatamente la pericolosità di tale impianto per le temute ripercussioni  sulla salute degli abitanti,  inoltre  comprometterebbe, inevitabilmente, il percorso fin qui individuato dalla strategia ecostostenibile che il Patto di fiume Simeto si è dato.
        Detto ciò vorremmo che tutta la comunità scientifica, prima ancora che il mondo imprenditoriale,  ci aiutasse a  individuare una filiera virtuosa e  sostenibile per la gestione dei rifiuti secondo l’economia circolare, capace di creare occupazione  sostenibile, duratura e rispettosa dell’ambiente .
        intanto ripensando alla natura degli imballaggi che ad oggi rappresentano il 40% di ciò che finisce in discarica, poi la creazione di piattaforme (come, dove, di che dimensioni)  per il recupero di materie prime di cui il nostro Paese è importatore; creare compostiere di comunità, punti di conferimento di beni per il riuso, ecc., ai fini di una maggiore responsabilizzazione della comunità dotare i nostri rifiuti con microchips per sapere effettivamente dove va a finire ciò che buttiamo.
        Speakers: Dr. Silvana Ranza (Presidente del Presidio Partecipativo del Patto di fiume Simeto), Dr. David Mascali (Delegato del Presidio all'Assemblea di Patto)
        Material: Presentazione pdf file
      • 14:51 PH3DRA e dintorni 6'
        Le attività dei laboratori PH3DRA del Dipartimento di Fisica e Astronomia dell’Università di Catania, sintetizzate nell’acronimo PHysics for Dating Diagnostics Dosimetry Research and Applications, si collocano sulle principali linee di interesse della programmazione strategica Regionale. Nell’ambito Agroalimentare è possibile specificare il colore di alimenti quali agrumi, carni, olio, vino, ecc.; individuare eventuali irraggiamenti con tecniche TL&OSL (ThermoLuminescence e Optically Stimulated Luminescence) e misurare il contenuto radioattivo tramite spettrometria gamma ad elevata risoluzione (HpGe, High-pure Germanium detectors).
        Nell’ambito Scienze della Vita, le tecniche TL&OSL e la dosimetria con film del tipo GafChromic® sono importanti per la radioprotezione e la dosimetria clinica, per controlli di qualità e verifica di trattamenti radioterapici. Studi su radiofarmaci sono possibili con l’HpGe.
        Nell’ambito Turismo e Beni Culturali, PH3DRA è leader nei test di autenticità e datazione di ceramica ed edifici storici con TL&OSL e in studi su dipinti per il riconoscimento di materiali pittorici con spettrometria Raman e l’individuazione di pentimenti o firme non visibili grazie all’Imaging Multispettrale (fluorescenza UV e riflettometria IR). Protagonista indiscussa la colorimetria in programmi di conservazione e restauro e come supporto scientifico ai piani di colore nei contesti paesaggistici. In quest’ultimo ambito si collocano le misure di illuminamento in ambienti indoor e outdoor.
        Speaker: Dr. Giuseppe Stella (Dipartimento di Fisica e Astronomia dell'Università di Catania)
        Material: Presentazione pdf file
      • 14:57 Le Radiazioni Ionizzanti e l’ambiente 6'
        Il Dipartimento di Fisica e Astronomia, grazie alla sua attività di ricerca nel campo della Fisica Nucleare e delle sue applicazioni, può vantare una approfondita competenza nel campo della Radiazioni Ionizzanti, per quanto riguarda sia la loro caratterizzazione che la loro misura, con le varie conseguenti implicazioni anche in ambito dosimetrico ambientale. La misura e la  caratterizzazione delle radiazioni in questione possono essere realizzate con strumentazione di precisione di alto livello tecnologico che viene costantemente aggiornata. Il Dipartimento di Fisica e Astronomia è quindi in grado di effettuare varie attività e prestare differenti servizi riguardanti il controllo delle radiazioni ionizzanti, come ad esempio:
        - Misura di contaminazione radioattiva alfa, beta, gamma, con strumentazione portatile e con spettrometria alfa e gamma;
        - Misura di esposizione e di rateo di dose ambientale da radiazione beta e gamma;
        - Misura completa della concentrazione di radionuclidi gamma emettitori con spettrometria gamma ad alta e bassa risoluzione, su campioni solidi e liquidi;
        - Misure di concentrazione di Radon in aria e nel terreno, con varie metodologie a breve e lungo termine;
        - Misure di radon in acqua e misure di trizio in acqua con scintillazione liquida Attività di sorveglianza fisica della protezione contro le radiazioni ionizzanti.
        Speakers: Prof. Josette Immè (Dipartimento di Fisica e Astronomia dell'Università di Catania), Prof. Giuseppe Politi (Dipartimento di Fisica e Astronomia dell'Università di Catania)
        Material: Presentazione pdf file
      • 15:03 I composti naturali nella valorizzazione di matrici biologiche e come lead compounds in sintesi chemo-enzimatiche 6'
        Da alcuni anni le ricerche svolte dal gruppo di Chimica dei composti naturali bioattivi, coordinato dal Prof. C. Tringali, presso il Dipartimento di Scienze Chimiche dell’Università di Catania, hanno avuto come ‘focus’ i polifenoli e i nutraceutici di natura fenolica. Le principali competenze del laboratorio riguardano: a) estrazione, purificazione, caratterizzazione spettroscopica (in particolare tramite HPLC-UV, HPLC-ESI/MSMS, NMR ad alto campo inclusa 2D NMR) di composti da matrici naturali (piante medicinali e da frutto, biomasse, tannini, ecc.); b) studio dell’attività antiossidante e della attività di inibizione di alfa-glucosidasi di estratti e frazioni arricchite in polifenoli e di composti fenolici di origine naturale; c) Modificazione chimica ed enzimatica di composti naturali bioattivi. Sintesi biomimetica e mediata da enzimi (lipasi, laccasi e perossidasi). Studio di relazioni struttura-attività e ottimizzazione delle proprietà biologiche. Tutti i prodotti di queste ricerche sono accomunati dall’idea di un loro potenziale utilizzo nell’industria agroalimentare, cosmetica e farmaceutica. Il gruppo ha sviluppato negli anni una rete di collaborazioni nazionali e internazionali, e le più recenti fra queste ultime sono con il  Karolinska Institutet., Stockholm; l’Université de Bourgogne - France, il Sree Chitra Tirunal Institute for Medical Science and Technology, Kerala, India; l’Université de Lyon, France; il Queen’s College, New York, USA; la National University of Singapore - Singapore; la University of Agricultural Sciences, Uppsala, Sweden; la Friedrich-Schiller-University  Jena, Germany e la Federal University of Parana at Curitiba, Brazil.
        Speaker: Prof. Corrado Tringali (Dipartimento di Scienze Chimiche dell'Università di Catania)
        Material: Presentazione pdf file
      • 15:09 La tecnica elettrofisiologica del patch clamp: versatilità di configurazioni e protocolli sperimentali per lo studio della trasmissione nervosa, di meccanismi intracellulari e dell’effetto di farmaci sul sistema nervoso centrale 6'
        Il gruppo di ricerca da me diretto è specializzato nello studio della trasmissione nervosa in condizioni fisiologiche e in patologie del sistema nervoso centrale. A questo scopo utilizziamo la tecnica elettrofisiologica del patch clamp, una tecnica estremamente versatile che può essere utilizzata su cellule in coltura o su fettine di tessuto cerebrale, in condizioni fisiologiche o su modelli animali di patologie umane. L’utilizzo di diverse configurazioni permette di realizzare una grande varietà di protocolli sperimentali che consentono l’analisi di: 1) singoli canali ionici, determinandone le caratteristiche cinetiche, la modulazione da parte di fattori intracellulari, neurotrasmettitori o sostanze esogene; 2) l’eccitabilità cellulare e le caratteristiche di scarica di potenziali d’azione; 3) la trasmissione nervosa in condizioni basali e numerosi fenomeni di plasticità sinaptica, alla base dei processi di memoria e apprendimento. 
        Utilizzando la tecnica del patch clamp la nostra ricerca attuale, finanziata dalla Fondazione Telethon, è focalizzata sullo studio di alterazioni sinaptiche in un modello animale della Sindrome del Cromosoma X Fragile, una forma genetica di disabilità intellettiva associata ad autismo ed epilessia: abbiamo studiato le alterazioni in una forma di plasticità sinaptica; abbiamo scoperto una nuova strategia per correggere queste anomalie e stiamo studiando gli effetti di nuovi potenziali farmaci.
        Nella mia breve presentazione, prenderò spunto dai nostri dati per illustrare le potenzialità della tecnica del patch clamp ed evidenziare le possibilità di collaborazione con industrie farmaceutiche nello studio degli effetti di nuovi farmaci sul sistema nervoso centrale.
        Speaker: Prof. Lucia Ciranna (Dipartimento di Scienze Biomediche e Biotecnologiche dell'Università di Catania)
        Material: Presentazione pdf file
      • 15:15 Progetto ITA - Innovative Technologies for Architecture 6'
        Il progetto proposto ha per obiettivo la realizzazione di un’unità architettonica minima e adattiva attraverso l'impiego di tecnologie innovative che garantiscano la facilità di trasporto e installazione, l’economicità, un basso impatto ambientale ed elevate prestazioni energetiche.  
        L’involucro è costituito da una doppia pelle in cui ciascuno strato, per raggiungere le prestazioni attese, fa riferimento ad una differente tecnologia costitutiva. Per la pelle più interna si adopererà il sistema costruttivo Archicart, che si basa sull’uso di pannelli alveolari in cartone ondulato, che possono essere posti in opera a secco, da maestranze non specializzate. 
        La pelle più esterna avrà il compito di schermare il volume abitabile rispetto agli agenti atmosferici potenzialmente dannosi (radiazione solare o precipitazioni eccessive) e sarà realizzata con una superficie denominata KREO (Kinetic, Responsive Envelop by Origami). Essa si configura come un foglio pre-piegato (secondo una tassellazione tipica degli Origami) realizzato in materiale composito. La presenza di pieghe favorisce un incremento di resistenza, per forma, ed innesca un cinematismo che permette di movimentare la superficie, rendendola responsiva. 
        La flessibilità d’uso delle tecnologie descritte permette di ampliare le loro applicazioni ad altri ambiti quali ad esempio la produzione di padiglioni per eventi culturali, di unità modulari a basso costo, di coperture di aree archeologiche. Il che amplia in maniera significativa il mercato di riferimento dell’azione progettuale.
        Speaker: Prof. Vincenzo Sapienza (Dipartimento di Ingegneria Civile e Architettura dell'Università di Catania)
        Material: Presentazione pdf file
      • 15:21 Proprietà Intellettuale, Comunicazione, Progettazione e Fabbricazione Industriale 6'
        Esperti in Proprietà Intellettuale ed Innovazione, attivi da oltre dieci anni nel settore della Consulenza in Proprietà Industriale, operanti in tutta Italia abilitati ad operare in maniera diretta presso i principali Uffici Brevetti nazionali ed esteri. La nostra attività riguarda tutti gli aspetti tecnici e legali relativi alla protezione del patrimonio intellettuale della propria clientela, con particolare riferimento a tutte le attività legate a tutela di brevetti, marchi, design, software, diritto d’autore, problematiche di contraffazione e valorizzazione dei brand, sia in Italia che all’estero.
        Siamo specializzati nello sviluppo del prodotto industriale e dei suoi processi produttivi, dall'ideazione alla presentazione sul mercato.
        L’attività di design & engineering, coadiuvata dal reparto di computer grafica e dal laboratorio di sviluppo prototipi, è solo l’inizio del percorso che continua presso le nostre officine di costruzione stampi per dare forma ai progetti concepiti ed immetterli nel mercato
        Offriamo servizi legati alla valorizzazione della immagine dell'azienda e dei suoi prodotti, curiamo gli aspetti e gli elementi di grafica e comunicazione che determinano la percezione e la reputazione di un "brand" da parte del suo pubblico. Quella percezione profondamente emotiva ed istintiva, da cui dipenderà il gradimento e di conseguenza il successo di un marchio, di un prodotto o servizio.
        Speaker: Dr. Marco Calì (Associazione culturale MIDE, Brevetti.Sicilia, Mc2 innovations srls, Hides srl)
        Material: Presentazione powerpoint file
      • 15:27 Beentouch - Comunicare senza confini 6'
        Beentouch è il progetto di una startup innovativa catanese, partner anche dell’Università degli
        Studi di Catania. Beentouch è un software di videocomunicazione a distanza (disponibile
        attualmente su dispositivi Android) con elevata qualità del video e del suono ed un basso consumo di dati, il che lo rende ottimale per comunicare in realtà rurali e paesi in via di sviluppo.
        Ma non solo: con Beentouch si espande l’universo sensoriale delle comunicazioni oltre la voce e le immagini; dalla sensazione del battito cardiaco a modi nuovi di condividere i momenti passati
        insieme, anche a distanza.
        Speaker: Dr. Daniele Pecoraro (CMO - Beentouch)
        Material: Presentazione pdf file
      • 15:33 Sistemi per la produzione di energia dal moto ondoso nell'ambito di infrastrutture portuali 6'
        Tra le fonti di energia rinnovabile, quella estraibile dal moto ondoso presenta diversi vantaggi, grazie alla buona correlazione tra risorsa e richiesta energetiche, all’elevata capacità di previsione della disponibilità della fonte, al basso impatto ambientale dei sistemi di estrazione e alla possibile sinergia tra protezione costiera e produzione energetica. 
        Negli ultimi anni, il Gruppo di Idraulica Marittima e Ingegneria Costiera dell’Università di Catania ha sviluppato sperimentalmente alcune tipologie di convertitori di energia dal moto ondoso (Wave Energy Converters, WEC) che possono essere facilmente integrati in infrastrutture portuali, facilitando l’autoconsumo da fonte rinnovabile in ambito marittimo e rendendo possibile la trasformazione del porto tradizionale in “porto verde” (green port). Inoltre sono state sviluppate metodologie per la valutazione delle potenzialità energetiche dei porti siciliani e per la definizione di linee guida per la progettazione di WEC da inserire in infrastrutture portuali, sia nel caso di dighe a scogliera che di dighe a parete verticale.
        Speaker: Dr. Rosaria Ester Musumeci (Dipartimento di Ingegneria Civile e Architettura dell'Università di Catania)
        Material: Presentazione powerpoint file
      • 15:39 Google Business Group Catania 6'
        Le slide presentano il Google Business Group Catania, la sua mission e il motivo per cui è nato e quali sono i nostri obiettivi per i prossimi mesi e la suddivisione in pillar per rappresentare al meglio il mondo Education, Start-up e PMI. 
        Speaker: Dr. Alessandro La Rosa (Project Manager Google Business Group Catania e CEO della CreationDose)
        Material: Presentazione pdf file
      • 15:45 Smart HMS: Smart Health Management System 6'
        L’idea di progetto che vogliamo presentare è quella di sviluppare un sistema di gestione software e hardware per centri di assistenza sanitaria (ospedali, cliniche, centri diagnostici, istituto medici, ecc).
        Le finalità del progetto sono quelle di:
        • Incrementare le capacità di pianificazione, organizzazione e gestione dei servizi e processi sanitari;
        • Sviluppare pratiche della salute dei pazienti con tecnologie avanzate attraverso il supporto di strumenti informatici e tecniche di comunicazione medico-paziente;
        • Sviluppare soluzioni tecnologiche per la digitalizzazione e innovazione dei processi interni dei presidi di sanità.
        Il progetto prevede la realizzazione di un’applicazione web on-premise/cloud con le seguenti funzionalità principali:
        • Gestione personale e pazienti;
        • Cartella clinica informatizzata;
        • Gestione prescrizioni e diagnosi;
        • Gestione appuntamenti;
        • Monitoraggio attività;
        • Accesso multiutente (amministratore, personale medico, paziente, ecc);
        • Gestione letti e reparti;
        • Gestione laboratori;
        • Gestione farmacologica;
        • Gestione amministrativa.
        Inoltre, prevede la realizzazione di una infrastruttura di trasmettitori Bluetooth Smart a bassa energia con relativa applicazione mobile per:
        • Messaggistica contestuale;
        • Localizzazione risorse (persone, macchinari, ecc);
        • Navigazione indoor;
        • Pagamenti mobile;
        • Registrazione mobile;
        • Check-in e check-out mobile;
        • Gestione, controllo e monitoraggio dei trasmettitori BLE;
        • Analisi dati e statistiche avanzate;
        • Ecc.
        Speaker: Dr. Marco Spina (Innova Ware s.r.l.)
        Material: Presentazione powerpoint file
      • 15:51 Smart TMS: Smart Tourism Solution 6'
        L’idea di progetto che vogliamo presentare è quella di sviluppare un sistema software e hardware in ambito turismo e mobilità smart.
        Le finalità del progetto sono quelle di:
        • Sviluppare una soluzione avanzata di mobility management e di infomobilità per gestire gli spostamenti quotidiani dei cittadini e dei turisti;
        • Migliorare e potenziare la fruizione e la valorizzazione delle risorse artistico-culturali e ambientali del territorio;
        • Applicare nuove tecnologie per la valorizzazione innovativa del patrimonio culturale/naturale e per lo sviluppo dei servizi turistici.
        Il progetto prevede:
        • Sviluppo di una applicazione web su cloud;
        • Sviluppo di un’applicazione mobile;
        • Installazione di una infrastruttura hardware di trasmettitori Bluetooth Smart a bassa energia (distribuiti all’interno di musei o nel centro storico di una città).
        Il sistema prevede le seguenti funzionalità principali:
        • Messaggistica contestuale su trasporti pubblici, parcheggi, risorse artistico-culturali e ambientali, attrazioni, ecc;
        • Localizzazione ed identificazione risorse;
        • Navigazione indoor (musei, mostre, ecc);
        • Pagamenti mobili;
        • Registrazione mobile;
        • Check-in e check-out mobili;
        • Gestione, controllo e monitoraggio dei trasmettitori BLE;
        • Analisi dati e statistiche avanzate;
        • Ecc.
        Speaker: Dr. Marco Spina (Innova Ware s.r.l.)
        Material: Presentazione powerpoint file
      • 15:57 I.N.T.Hu.Diseases (Innovative Nanomedicine Treatment for Human Diseases) 6'
        Il gruppo di ricerca del Prof. Giovanni Puglisi opera nel settore Scienze della Vita e si occupa di progettare, sviluppare e caratterizzare piattaforme nanotecnologiche innovative per la veicolazione di molecole attive nel trattamento di patologie umane.
        Intendiamo proporre due idee progettuali che rientrano nella programmazione attuativa 2014‐2020 (OT1 di pertinenza della S3 Sicilia) ed intercettano l’Azione 1.2.3:
        - N.I.Ve.A. Nanotecnologie Innovative per la Veicolazione di Antitumorali: applicazioni terapeutiche e diagnostiche;
        - Na.In.Brain Nanotecnologie innovative per il brain.
        Le offerte progettuali ricadono nell’ambito del trattamento terapeutico e diagnostico oncologico e di malattie neurodegenerative.
        I progetti proposti rappresentano strategie ottimali per possibili sviluppi con aziende che operano nell’ambito del settore farmaceutico, in grado di determinare ricadute in termini di scale-up industriale e sviluppo di brevetti.
        Il know-how acquisito in questi settori verrà impiegato per:
        - realizzare nanocarrier per la veicolazione di molecole naturali con potenziale attività antitumorale o coadiuvanti in chemioterapia, per un targeting attivo al sito tumorale mediante opportuna ottimizzazione;
        - sviluppare piattaforme nanotecnologiche che consentano di superare/bypassare la barriera ematoencefalica, ottenendo il targeting al sistema nervoso centrale.
        Speaker: Dr. Claudia Carbone (Dipartimento di Scienze del Farmaco dell'Università di Catania)
        Material: Presentazione pdf file
      • 16:03 Militello in Val di Catania: UNESCO World Heritage Site 6'
        La città, ricca di chiese, musei, monasteri, palazzi e fontane, per il grande valore del suo patrimonio monumentale, nel 2002 è stata inserita nella lista dei siti dichiarati dall'UNESCO Patrimonio dell'umanità come “città tardo barocca del Val di Noto”.
        Le origini della città si perdono nella storia dei tempi, fonti non documentate farebbero risalire la fondazione di Militello al 212 a.C. per mano delle truppe del console romano Marco Claudio Marcello che si insediarono sull’altipiano ove sorge la città attuale creando la colonia di "Militum Tellus" (terra di soldati). Il periodo compreso tra il XVI e il XVIII secolo fu un'epoca di particolare splendore per la città. sono gli anni della signoria del principe Francesco Branciforte (1575-1622) e della moglie Giovanna d'Austria (nipote dell'imperatore Carlo V d'Asburgo, re di Spagna), e della loro figlia Margherita d'Austria e Branciforte (1605-1649), sposa di Federico Colonna. Durante il loro governo, la città si arricchì di nuovi edifici e fondazioni, chiese, monasteri, palazzi, fontane pubbliche, una grande biblioteca e una stamperia tra le prime del Regno di Sicilia, dove nel 1617 fu pubblicato il trattato Il giuoco degli scacchi di Pietro Carrera, importante testo di riferimento della scacchistica moderna. Grazie a questo importantissimo patrimonio storico artistico e culturale la città si propone per rilanciare la propria vocazione per il cosiddetto “turismo culturale”.
        Speaker: Dr. Giuseppe Fucile (Sindaco di Militello in Val di Catania)
        Material: Presentazione powerpoint file
      • 16:09 La FET-Flagship 2018-2028 sulle nuove Tecnologie Quantistiche: opportunità di Ricerca, Innovazione e occupazione 6'
        Annunciando nel maggio scorso il lancio della Flagship su Quantum Technologies (QUTE), con 1 G€ di investimenti UE oltre agli investimenti degli Stati Membri, la Commissione Europea ha riconosciuto la finestra di opportunità per l'Europa e il potenziale delle QUTE per l'industria. La Flagship avrà durata decennale e verterà su cinque “pilastri” tematici: Quantum Communicazione Quantistica, Simulazioni Quantistiche, Computazione Quantistica, Scienza dell'Informazione Quantistica, Metrologia Quantistica Sensori ed Immagini.
        L'obiettivo è quello di trasformare l'eccellenza scientifica in successo industriale, onde evitare che I fortissimi competitori Asiatici e Statunitensi dominino il mercato. Tra i punti principali della Flagship i seguenti sono di particolare rilievo per le strategie S3 in Sicilia. (1) Creare un nuovo livello di coordinazione tra accademia e industria per capitalizzare i frutti dell'innovazione. (2) Creare una nuova generazione di professionisti delle QUTE in Europa, con didattica focalizzata tra scienza, ingegneria e impresa, e per rafforzare la pubblica coscienza delle idee chiave. (3) Promuovere in coinvolgimento di regioni che non hanno a presente un programma di R&I forte su QUTE. 
        Speaker: Prof. Giuseppe Falci (Dipartimento di Fisica e Astronomia dell'Università di Catania)
        Material: Presentazione pdf file
      • 16:15 Come la digital fabrication e la sharing economy aiuta la tua impresa 6'
        L'intervento considererà alcuni dati che riguardano le nuove imprese, o le imprese che si ristrutturano, in funzione del digitale e della tecnologia. Saranno presentati ed argomentati i servizi che il FabLab Catania può mettere a disposizione.
        Speaker: Dr. Carnen Russo (Il FabLab Catania)
        Material: Presentazione pdf file
      • 16:21 Women Techmakers 6'
        Women Techmakers è un progetto sponsorizzato e fondato da Google nel 2012, che affronta il problema della diversity e dell’inclusione sociale nell’ambito della tecnologia.
        Principalmente, è progettato per portare consapevolezza del divario di genere nella tecnologia, fornendo al contempo le risorse per contribuire a colmare questa lacuna.
        Speaker: Dr. Federica Greco (Leader Women Techmakers Catania)
        Material: Presentazione pdf file
      • 16:27 Google Developer Group 6'
        La presentazione tocca 5 punti fondamentali:
        1. Cosa sono i Google Developer Group?
        2. Cosa facciamo noi? (GDG Catania)
        3. Come ci supporta Google?
        4. Il supporto di Google è abbastanza? (aka partner locali del GDG Catania)
        5. Perché entrare in relazione con un GDG? (ossia, cosa ha da offrire il GDG Catania? Come ha già contribuito per altri attori dell'ecosistema territoriale?)
        Speaker: Dr. Fabio Arceri (Google Developer Group Catania)
        Material: Presentazione pdf file
      • 16:33 Freescoo 6'
        La presentazione introdurrà Freescoo (da FREE Solar COOling), una tecnologia innovativa per la climatizzazione che utilizza il calore solare per la realizzazione del processo di condizionamento dell’aria nella stagione estiva  (deumidificazione, raffreddamento).
        
        Speaker: Dr. Pietro Finocchiaro (Solarinvent s.r.l.)
        Material: Presentazione powerpoint file
    • 16:45 - 17:30 Attività di networking
      Questa sessione è dedicata ad incontri "on the spot" tra soggetti pubblici e privati che, avendo ascoltato tutte le presentazioni, condividono l'interesse e la volontà di avviare un'attività di "brainstorming" per la preparazione di una proposta progettuale. Gli incontri potranno tenersi all'interno della stessa Aula Magna o in locali attigui, se ciò dovesse rendersi necessario.